Puzzle: significato, origini e puzzle moderno

Laura Gasperini

Storia del puzzle


Il termine puzzle deriva dall’inglese "jigsaw puzzle" e significa “rompicapo”.
Nasce a Londra in Inghilterra nel 1760 da un’idea creativa di John Spulsbury, un cartografo che pensando ad un sistema alternativo per far apprendere la geografia ai bambini creò il primo esemplare di puzzle, un foglio di legno duro tagliato lungo i confini delle nazioni.
Le origini del puzzle non sono quindi quelle di un gioco, ma di uno strumento pedagogico-istruttivo, i bambini nel ricomporre i pezzi venivano stimolati nell’apprendimento della geografia, ma anche della storia e della religione.
Solo alla fine del 1700 e poi nel 1800 i puzzle diventano ludici, con immagini divertenti, anche il prezzo cala sensibilmente grazie all’uso di legni più economici.
Fino ad arrivare ai puzzle di oggi, un gioco cult per grandi e piccoli che non passa mai di moda.



I tipi di puzzles oggi


In commercio oggi ci sono tantissime varietà di puzzle, da quelli per bambini composti da poche decine di pezzi, molto simpatici sono i libri-puzzle ad esempio, ai puzzle per adulti realizzati in migliaia di pezzi.


Una curiosità: il puzzle con più pezzi raffigura 10 scene dei classici Disney ed è composto da 40.320 tasselli.


Ne esistono anche double face, raffiguranti la stessa immagine o simile in entrambi i lati, così da rendere ancora più difficile la composizione, oppure molto belli sono i puzzle tridimensionali, che diventano un monumento famoso o un palazzo, fino ad arrivare ai puzzle-ball, che una volta composti assumono la forma di una sfera appoggiata ad un piedistallo.


Perchè il puzzle?

Puzzle in compagnia


Il puzzle è un’avventura, qualcosa che devi comporre dalla difficoltà più o meno elevata, allena l’intelletto di grandi e piccoli, un antistress per gli adulti, un divertimento per tutta la famiglia.
Con un puzzle si può dare spazio alla fantasia, può raffigurare una nostra immagine e diventare un bellissimo quadro da appendere e arrichire l’arredamento di casa.
E’ uno strumento di apprendimento per i bambini, anche i più piccoli che scoprono e sviluppano la propria manualità.
E’ una sfida per gli adulti, che possono cimentarsi nella composizione di puzzle di migliaia di pezzi.



E se il puzzle fosse anche un omaggio aziendale?

Blocchetto puzzle sagomato a forma di cuore


Hai mai pensato al puzzle come un gadget da offrire ai tuoi clienti? Per rappresentare il marchio e lo slogan della tua azienda? E al tempo stesso regalare un oggetto utile e simpatico?


Ecco che noi di Giallonote abbiamo pensato di realizzare dei blocchetti adesivi sagomati a forma di puzzle tutti da personalizzare, utilissimi per promuovere dei prodotti tra loro correlati.
Il blocchetto è un puzzle che si suddivide in 4 o 6 blocchetti di memo adesivi più piccoli con 4 o 6 grafiche diverse, che si incastrano perfettamente e possono volendo ricomporre la sagoma originaria.


Acquista qui il tuoi blocchetti puzzle e omaggia i tuoi clienti o collaboratori con un articolo davvero originale!

Tags: puzzle